Crostata al cioccolato, ricetta

Una fetta di crostata al cioccolato può cambiarti la giornata.

Un guscio di pasta frolla, una crema al cioccolato e una cascata di mirtilli e lamponi per incantarti al primo morso.

La crostata al cioccolato è stata fatta con una pasta frolla friabile e fragile come suggerisce il nome.

La pasta frolla è un impasto di quattro ingredienti fondamentali.

La farina: si adopera spesso la tipo 00, una polvere debole che non assorbe molti liquidi e non sostiene lo sviluppo del glutine.

Il burro: è ciò che conferisce all’impasto la sua caratteristica più importante, la friabilità. Questa sta in una relazione di proporzionalità diretta con la quantità e la qualità di parte grassa. Significa, quindi, che per realizzare una frolla perfetta non bisogna essere troppo parsimoniosi; è possibile preparare una versione “light” riducendo la percentuale di burro, ma a discapito della friabilità e della piacevolezza del risultato finale.

Lo zucchero: di solito si usa quello a velo che si distribuisce meglio nell’impasto, favorisce una caramellizzazione omogenea e rende più uniforme il colore della superficie cotta. La curiosità che torna utile è che la granulometria, ossia la grandezza dei cristalli, influisce sulla percezione della dolcezza. Questa aumenta al diminuire del volume delle particelle zuccherine, quindi se si sostituisce il semolato con la stessa quantità di zucchero a velo l’impasto risulterà più dolce.

Le uova: rappresentano la parte liquida che tiene unito il composto e la loro presenza distingue sostanzialmente la frolla dalla brisé.

Profumata, dolce e soprattutto versatile, la pasta frolla può essere preparata con largo anticipo.Da cruda può riposare in frigo anche per qualche giorno e adoperata al bisogno; una volta cotta ha un buon margine di conservazione e dura fino a una settimana.

La ricetta tradizionale prevede che la quantità di zucchero e burro, presenti in parti uguali, sia equivalente al peso della farina (quindi per un chilo di farina, mezzo chilo di zucchero e mezzo chilo di burro). La quantità o il peso delle uova cambia a seconda che si adoperino intere o solo i tuorli.

Ciascuno, in realtà, prepara la pasta frolla seguendo la propria ricetta e un procedimento “standard”: farina a fontana, all’interno della cavità si amalgamano burro e uova, si aggiunge lo zucchero e poi si impasta tutto insieme fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Per ottenere ottimi risultati, prendi ingredienti e utensili freddi e maneggia l’impasto il meno possibile.

Una volta lavorato, metti l’impasto in frigorifero a riposare per 30 minuti.

Questo contribuirà ad evitare che si ritiri durante la cottura in forno.

Un’altro trucco per evitare che la pasta cuocendo si restringa, è quello di non stirare l’impasto quando lo stendi.

Il guscio di pasta per le crostate, le torte, i timballi e le tartellette va cotto in forno completamente se la farcitura non deve cuocere, o va cotto parzialmente se la farcitura ha un tempo di cottura breve.

La tecnica è detta “cottura in bianco”.

Quando la pasta viene cotta in bianco, cioè senza farcitura, bisogna metterci dei pesi per tenerla piatta, in modo che non si gonfi.

Metti un pezzo di carta forno sopra l’impasto, copri quindi con uno strato di fagioli secchi e cuoci.

Per la crostata al cioccolato ho utilizzato proprio il metodo di cottura in bianco che mi ha permesso poi di farcirla con questa morbida crema al cioccolato.

Per dare un tocco di acidità, ho guarnito la mia crostata al cioccolato con mirtilli e lamponi e qualche pezzettino di frolla sbriciolata.

Print Recipe
Crostata al cioccolato, preparazione
Un guscio di pasta frolla, una crema al cioccolato e una cascata di mirtilli e lamponi per incantarti al primo morso.
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
per la crema
per la guarnizione
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
per la crema
per la guarnizione
Recipe Notes

per la pasta frolla:

  1. Impasta velocemente il burro, lo zucchero e la farina.
  2. Aggiungi i tuorli ed impasta fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
  3. Avvolgilo nella pellicola e lascialo in frigo per 30 minuti.
  4. Trascorso il tempo, stendi l'impasto e fodera lo stampo.
  5. Cuoci in forno a 200° per circa 15 minuti.
  6. Lascia raffreddare completamente.

per la crema:

  1. Con un frustino elettrico, amalgama la crema di nocciole ed il mascapone.
  2. Trasferisci la crema nella sacca da pasticceria.

per la composizione:

  1. Riempi il guscio di pasta frolla con la crema al cioccolato.
  2. Decora con i frutti di bosco e lascia in frigorifero fino al momento di servire.

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Tiziana Pavanetto
    6 Febbraio 2019 at 23:17

    Grazie sei sempre geniale!

  • Leave a Reply