La marmellata e la confettura fatte in casa

Quanta soddisfazione da la marmellata e la confettura fatta in casa?

Tutti amiamo la marmellata e la confettura, specialmente quando è fatta in casa! 

Sono perfette per torte, crostate, per il pane …l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Personalmente non sono un’amante delle grandi produzioni ma piuttosto preferisco un vasto assortimento.

Non mi sentirai mai dire che ho fatto 10 kg di marmellata di arance.

Un’altra cosa che amo alla follia è guardare con infinita ammirazione la mensola della dispensa piena di vasetti tutti colorati e con le etichette scritte a mano.

Mi fa sentire una piccola formichina che fa provviste per l’inverno.

Ma partiamo dal principio.

Ogni stagione ha la sua frutta e con essa si possono ottenere marmellate e confetture davvero gustose.

La stagionalità

Oramai siamo abituati a trovare qualsiasi tipo di frutta in ogni stagione, scordando che esistono stagioni e mesi che ci forniscono di volta in volta di ciò di cui abbiamo bisogno.

Seguire la stagionalità della frutta, ma anche della verdura, significa seguire i ritmi della natura e avere quindi sulla nostra tavola cibi più ricchi di vitamine e soprattutto più nutrienti, più sani e saporiti.

L’ideale poi sarebbe acquistarla dal contadino vicino a casa, magari biologica.

La frutta dev’essere al punto giusto di maturazione ma soprattutto dev’essere bella integra, non presentare ammaccature: questo potrebbe nel caso incidere poi sul gusto finale.

Marmellata o confettura: facciamo chiarezza!

Quella che noi chiamiamo normalmente marmellata dovrebbe essere chiamata confettura, secondo la direttiva europea n. 79/693 del 1979 accolta dall’ordinamento italiano con il D.P.R. 8 giugno 1982, n. 401, secondo la quale:

  • la marmellata è un prodotto composto da zucchero e dal 20% di agrumi;
  • la confettura è un prodotto composto da zucchero e non meno del 35% di qualunque altro frutto;
  • la composta, invece, si differenzia dalla confettura perché è solitamente più ricca di frutta e ha un tenore zuccherino più basso. Gli zuccheri utilizzati provengono esclusivamente dalla frutta con un conseguente minor apporto calorico.

Come faccio la marmellata e la confettura

Una volta lavata e tolto eventuali piccioli, torsoli e noccioli, taglio la frutta in piccoli pezzi, procedo poi ad una lunga e lenta macerazione della frutta con lo zucchero ed il limone per una notte intera in frigorifero.

Poi, il giorno successivo, procedo ad rapida cottura così da mantiene inalterate tutte le caratteristiche della frutta, nonché il colore.

Non amo particolarmente mettere tanto zucchero, anche se è una parte fondamentale per la conservazione.

Ecco perché scelgo di conservare marmellata e confettura in vasetti piccoli.

In questo modo il vasetto, una volta aperto, va finito in pochi giorni.

Per le mie provviste non utilizzo la pectina in bustine ma preferisco ricorrere o alla pectina presente naturalmente nella frutta.

Un piccolo trucchetto per addensare la marmellata e la confettura, se fosse troppo liquida, è aggiungere un piccolo quantitativo di semi di chia, che a contatto con un liquido agisce come gelificante.

La sterilizzazione

Per sterilizzare i vasetti ci sono un sacco di metodi.

Dal classico pentolone pieno di vasi, strofinacci e acqua in ebollizione, al microonde, al forno.

Personalmente io uso un modo facilissimo per sterilizzare i barattoli che è quello di usare la lavastoviglie.
Metto barattoli e i coperchi (assolutamente nuovi) in lavastoviglie e seleziono un lavaggio ad alta temperatura.
Quando il programma è terminato, riempio di marmellata o confettura calda i vasetti ancora caldi e poi chiudo con i coperchi.

Li giro a testa in giù finché non saranno freddi o finché il tappo del barattolo fa “clic”.

Penso di averti detto più o meno tutto.

Ora tocca a te.

Qui troverai la ricetta della confettura di fragole.

Poi qui https://timoevaniglia.com/recipe/la-confettura-di-albicocche-ricetta/ un’altra idea per quando saranno pronte le albicocche.

Print Recipe
Confettura di fragole
Tutti amiamo la marmellata e la confettura, specialmente quando è fatta in casa!
Tempo di cottura 20/30 minuti
Tempo Passivo 8 ore
Porzioni
Tempo di cottura 20/30 minuti
Tempo Passivo 8 ore
Porzioni
Recipe Notes
  1. togli il picciolo alle fragole, lavale e tagliale a pezzettini.
  2. mettile nel tegame, aggiungi lo zucchero, il succo di limone e la menta.
  3. lasciale macerare per tutta la notte in frigorifero.
  4. passato il tempo, cuocile a fuoco vivace fino a che non saranno belle morbide.
  5. procedi ad invasare quando i vasetti e la confettura sono belli bollenti.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply