L’mpepata di cozze

Se c’è un piatto per il quale perdo ogni dignità, è proprio l’impepata di cozze.

Adoro la sua semplicità, un misto di dolcezza e piccantezza, con quel sughetto che richiama a voce altissima una quintalata di pane bruschettato.

Il profumo di mare che si diffonde mentre cuociono le cozze, è inebriante.

Tanto facile prepararlo, tanto facile rovinare tutto se non segui qualche accortezza che ti suggerirò strada facendo.

La pulizia delle cozze

Partiamo prima di tutto dalla pulizia, cosa davvero importante per gustarle al meglio.

La pulizia della conchiglia deve essere fatta in modo accurato.

Due sono le cose da fare: togliere il “bisso” e le incrostazioni.

Munisciti di un coltellino e di una spugnetta di filo metallico con cui grattare per bene la superficie della conchiglia.

Hai presente quelle incrostazioni bianche attaccate al guscio che sembrano dei piccoli vulcani?

Si chiamano “denti di cane” e sono dei parassiti delle cozze.

Non è un difetto, è un parassita e se è presente significa che la cozza è di scoglio, ovvero la migliore, più piccola ma più saporita.

Curiosità

Ma quanto conosci di questo questo mollusco bivalva?

Ti sei mai chiesto come mai alcuni molluschi hanno due colori?

Dentro alla grossa conchiglia bivalva, di colore nero con riflessi viola, c’è il mollusco.

Alcuni di uno sgargiante colore arancione e altri di un colore giallo molto spento.

La differenza è che quelle colore arancione vivo sono femmine, mentre quelle di colore giallo molto chiaro sono maschi.

Le cozze più pregiate sono infatti le femmine perchè hanno un sapore più dolce.

Proprietà delle cozze

Le cozze hanno un bassissimo contenuto di grassi e calorie quindi sono indicate in una dieta ipocalorica; il problema è l’enorme quantità di pane che si mangia pucciando il sughetto.

Importante

Bene ora mettiamoci a cucinare.

La cosa che non si deve mai fare, è cuocere troppo le cozze.

La spiacevole sensazione di masticare un pezzo di gomma, è la cosa più fastidiosa che possa capitare.

Questo accade quando prolunghiamo troppo la cottura.

Utilizza la padella più grande che hai a casa, munisciti del suo coperchio.

Questo è fondamentale perché il coperchio avrà il compito di tenere tutto il calore e l’umidità.

Una volta che tutte le cozze si saranno aperte, spegni subito.

Il tuo piatto è già pronto: basteranno davvero pochi minuti.

Puoi decidere di cucinarle in bianco, come da tradizione napoletana, oppure con il pomodoro, come da tradizione pugliese.

Puoi decidere di servire l’impepata di cozze come antipasto, come piatto unico o come condimento per una spaghettata.

In ogni caso, sarà un successo.

Qui un’altra ricetta a base di pesce https://timoevaniglia.com/recipe/carpaccio-di-pesce-spada-al-lime/

Ti ricordo che puoi trovarmi anche su Pinterest, dai un’occhiata al mio profilo https://www.pinterest.it/ibazzacco/

Print Recipe
Impepata di cozze
Adoro la semplicità dell'impepata di cozze, un misto di dolcezza e piccantezza, con quel sughetto che richiama a voce altissima una quintalata di pane bruschettato.
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
persone
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Porzioni
persone
Recipe Notes
  1. dopo aver pulito e lavato le cozze,in una larga padella mettete un filo d'olio con uno spicchio d'aglio.
  2. aggiungi le cozze e cuoci a fiamma alta con il coperchio.
  3. quando le cozze si saranno aperte spegni il fuoco, aggiungi abbondante pepe nero e agita la pentola per far insaporire le cozze.
  4. l’impepata di cozze è pronta.
  5. se preferisci aggiungi del prezzemolo tritato.
  6. servi l’impepata di cozze con del pane casareccio bruschettato.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply